| EN | | DE |
| EN | | DE |
logo Delicious Cortina
Lagazuoi_StefanoZardini
©Stefano Zardini
| EN | | DE |
          | EN | | DE |
logo Delicious Cortina
Lagazuoi_StefanoZardini
©Stefano Zardini

L'ambiente naturale

Porta d'accesso per il Parco delle Dolomiti d'Ampezzo e il Parco Naturale di Sennes e Fanes, l’area Cortina Delicious è una grande oasi naturalistica.

Habitat ideale per  stambecchi e camosci, ospita marmotte, lepri, pernici e perfino aquile, che qui cacciano e nidificano.

Più a valle vivono galli forcelli e nocciolaie. E’ facile sentire gli inconfondibili fischi acuti delle simpatiche marmotte di guardia che avvertono del vostro arrivo.

Da non perdere a giugno, la spettacolare fioritura rosa del "Rododendro ferrugineo”.

Dai boschi di fondovalle caprioli e cervi si spingono fino al limite dei prati d'alta quota.

Antichi laghi di origine glaciale brillano incastonati nella roccia.

Sofferti e contorti, i cirmoli secolari, rendono il paesaggio davvero unico, tanto da diventare, a volte, delle vere opere d'arte.

Fiori e animali

L'area Cortina Delicious ospita diversi ambienti, dalle foreste subalpine di conifere, alle creste rocciose d'altitudine.

A seconda dell'habitat potete scoprire specie animali e vegetali tipiche di queste montagne.

Passeggiando lungo i sentieri, stupisce la varietà di fiori dai mille colori, che a volte crescono in condizioni estreme.

Foreste di abete rosso
Zona: versante nord delle 5 Torri (località Bai de Dones), versante ovest del Monte Pore (località Andraz).
Flora: genziana asclepiadea, orchidea macchiata.
Fauna: capriolo, martora, gallo cedrone, picchio rosso maggiore, civetta nana.

fiori_lagazuoi_5_torri
Photo by Stefano Zardini
DSC_8211-Edit
©Stefano Zardini

Vegetazione d'alta quota
Zona: Nuovolau (cima), Lagazuoi Piccolo, Cima Falzarego, Averau, Lagazuoi Grande.
Flora: campanula morettiana, raponzolo di roccia, draba Dolomitica, primula auricola, androsace di hausmann.
Fauna: aquila reale, corvo imperiale, picchio muraiolo, arvicola delle nevi.

Larici e cirmoli
Zona: versante nord delle 5 Torri (parte alta), dintorni di Malga Giau e Albergo Sasso di Stria.
Flora: clematide alpina, rododendro ferruggineo, giglio martagone.
Fauna: nocciolaia, picchio tridattilo, gallo forcello, civetta capogrosso.

Mughi, ontani e rododendri
Zona: versante nord delle 5 Torri (parte alta), dintorni di Malga Giau e Albergo Sasso di Stria.
Flora: clematide alpina, rododendro ferruggineo, giglio martagone.
Fauna: nocciolaia, picchio tridattilo, gallo forcello, civetta capogrosso.

Praterie di montagna
1. Praterie a zolla continua
Zona: 5 Torri, Falzarego, Passo Giau, Col di Lana - Monte Pore, Valparola.
Flora: arnica, genziana puntata, anemone giallo, nigritella.
Fauna: marmotta, camoscio coturnice.
2. Praterie a zolla discontinua
Zona: Alpe di Lagazuoi, Col dei Bos, Nuvolau, Sasso di stria.
Flora: anemone peloso, primula minima, astro alpino, armeria alpina, camedrio alpino.
Fauna: lepre, ermellino, pernice bianca.

La fioritura del Rododendro

Da non perdere a inizio estate la spettacolare fioritura del Rododendro, fiore di montagna facilmente riconoscibile per il colore rosa dei suoi petali. Il "Rododendro ferrugineo" appartiene alla famiglia delle Ericacee, il suo nome deriva dal greco ròdon, che significa rosa, e déndron, che significa albero; dunque "albero delle rose".

In tedesco il rododendro è chiamato invece Alpenrose, rosa delle Alpi, perché cresce fino a duemila metri d'altezza, mentre sugli Appennini viene chiamato anche "rosa dei morti" perché una vecchissima leggenda narra che fosse nato dal sangue di un giovane che si era ucciso per amore.

Per godere appieno della colorata fioritura che nel mese di luglio raggiunge il suo massimo splendore, vi consigliamo di percorrere il sentiero che mette in comunicazione Col Gallina alle 5 Torri (CAI n. 419), adatto a tutte le età.

C94W9804©Bandion
©www.bandion.it
Cortina_Animali_Ragno_ArchivioGuideAlpine(5)
©archivio Guide Alpine Cortina

LE MARMOTTE

E’ facile trovarle tra le 5 Torri, il passo Falzarego e il Passo Giau. O meglio, saranno loro a trovare voi e ad avvertire i compagni del vostro arrivo: sentirete gli inconfondibili fischi acuti delle vedette di guardia che proteggono i giochi frenetici dei cuccioli e la siesta degli altri adulti che fanno i bagni di sole. Bisogna allora fermarsi e aspettare che l’allarme rientri, poi con un po’ di fortuna potrete vederle. Vivono in colonie di diverse famiglie, formate dalla coppia e dalle ultime due cucciolate, abitano tane profonde e ramificate dove passano l’inverno in letargo. Un tempo erano cacciate per la pelliccia morbida ed il grasso, reputato miracoloso contro i dolori reumatici. Oggi prosperano e temono solo l’aquila, la volpe e la faina. Le affollate colonie sono molto interessanti da osservare anche dalle terrazze di molti dei nostri rifugi.

I fossili

Sembra incredibile, eppure percorrendo i sentieri dell’area Cortina Delicious è possibile trovare fossili di spugne, ricci, molluschi, gasteropodi, alghe… e tutto questo, a oltre 2106 metri di quota d’altitudine!

Niente di strano, se si pensa che la storia dei monti dell’area Lagazuoi 5 Torri comincia proprio nel mare, ben 229 milioni di anni fa!

In seguito ad una serie di circostanze favorevoli, a poco a poco nell’area si instaurarono  condizioni di mare tropicale e iniziò così svilupparsi la flora e la fauna tipica di quell’ambiente.

I fossili quindi, testimoniano l’antica vita acquatica e terrestre, che proprio qui, tra questi monti, milioni anni fa, regnava sovrana.

Niente di più entusiasmante che andare alla ricerca della cosiddetto Strato di San Cassiano che conserva gli organismi, formatosi in quel lontano periodo.